domenica 31 luglio 2016

Gocce d'inchiostro: Siddharta - Hermann Hesse

Sensibile, delicato, tragico, appassionato, struggente come un romantico tramonto, passionale. Terribilmente poetico, dolorosamente sentito, un romanzo che è uno specchio nello specchio. Il riflesso di ogni bellezza nascosta nel mondo che, nell'istante in cui  la sua identità è stata strappata via, ho assistito ad un lungo ed insano pellegrinaggio  brillare come una stella. Un fulgore che ha illuminato l'intero universo. L'essenza stessa della materia, la forza che lo lega allo spazio e al tempo, e che piega le leggi del cosmo.
Come il Robinson Crusoe di Defoe, imbarcandosi in un viaggio che lo porta alla scoperta della sua identità. A bordo di un'altalena che prima lo trascina sulle vette dell'esaltazione e poi lo fa affondare negli abissi della disperazione.

Titolo: Siddharta
Autore: Hermann Hesse
Casa editrice: Adelphi
Prezzo: 12 €
N° di pagine: 198
Trama: Chi è Siddharta? È uno che cerca, e cerca soprattutto di vivere la propria vita. Passa di esperienza in esperienza, dal misticismo alla sensualità, dalla meditazione filosofica alla vita degli affari, e non si ferma presso nessun maestro, non considera definitiva nessuna acquisizione, perché ciò che va cercato è il tutto,  misterioso tutto che si veste di mille colori cangianti. E alla fine quel tutto, quella ruota delle apparenze rifluirá dietro il perfetto sorriso di Siddharta che ripete il 'costante, tranquillo, fine, impenetrabile, forse benigno, forse schernevole, saggio, multirugoso sorriso di Gotama, il Buddha, quale egli stesso l'aveva visto centinaia di volte con venerazione'.

mercoledì 27 luglio 2016

Gocce d'inchiostro: La sposa giovane - Alessandro Baricco

Titolo: La sposa giovane
Autore: Alessando Baricco
Casa editrice: Feltrinelli
Prezzo: 17€
N° di pagine: 183
Trama: Siamo all'inizio del secolo scorso. La promessa sposa è giovane, arriva da lontano, e la famiglia la accoglie, quasi distrattamente, nella elegante residenza fuori città. Il figlio non c'è, è lontano, a curare gli affari della prospera azienda tessile. Manda doni ingombranti. E la sposa lo attende dentro le intatte e rituali abitudini della casa, soprattutto le ricche colazioni senza fine. C'è in queste ore diurne un'eccitazione, una gioia, un brio direttamente proporzionale all'ansia, allo spasimo delle ore notturne, che, così vuole la leggenda, sono quelle in cui, nel corso di più generazioni, uomini e donne della famiglia hanno continuato a morire. Il maggiordomo Modesto si aggira, esatto, a garantire i ritmi della comunità. Lo zio agisce e delibera dietro il velo di un sonno che non lo abbandona neppure durante le partite di tennis. Il padre, mite e fermo, scende in città tutti i giovedì. La figlia combatte contro l'incubo della notte. La madre vive nell'aura della sua bellezza mitologica. Tutto sembra convergere intorno all'attesa del figlio. E in quell'attesa tutti i personaggi cercano di salvarsi.

sabato 23 luglio 2016

Gocce d'inchiostro: 1986 - Giuseppe Ottomano

Sempre più spesso abbraccio con entusiasmo proposte di romanzi di autori esordienti per interpretare il modo in cui dipingono la realtà circostante. 1986 dell'esordiente Giuseppe Ottomano è uno di questi e, beneficio agli effetti collaterali dell'inadeguatezza e dell'insoddisfazione di cui mi sento vittima, in questi ultimo periodo, è una storia che si è stanziata il più possibile ai piedi della mia anima. Una rapida assimilazione del processo creativo dell'autore, un accozzaglia di entusiastiche avventure di vario tipo.









Titolo: 1986
Autore: Giuseppe Ottomano
Prezzo: 16, 90 €
Casa editrice: Project
N° di pagine: 232
Trama: Una cospicua eredità permette a Tommy e Andrea, due giovani e simpatici cialtroni, di intraprendere un viaggio lungo l'Europa per coronare la propria passione: la caccia alle ragazze. Malgrado i ripetuti insuccessi, dovuti in parte all'inettitudine e in parte alla malasorte, non desisteranno mai dal loro proposito originario. Affronteranno così un viaggio trentennale senza meta, che si trasformerà in una sorte di "ricerca del Santo Graal" in chiave moderna e dissacrante. L'intera azione si svolge in un 1986 immutabile, in cui il contesto storico di ogni anno si ripete sistematicamente. In un romanzo sospeso tra la fantascienza e il grottesco, una ridicola coppia di aspiranti seduttori, che rimanda a "Il sorpasso" di Dino Risi, vive una serie di avventure sul filo del mistero dello scorrere del tempo.

martedì 19 luglio 2016

Gocce d'inchiostro: Il mio cuore cattivo - Wulf Dorn

Titolo: Il mio cuore cattivo
Autore: Wulf Dorn
Casa editrice: Corbaccio
Prezzo: 13 €
N° di pagine: 347
Trama: C’è un vuoto nella memoria di Dorothea. Quella sera voleva uscire a tutti i costi ma i suoi l’avevano costretta a fare la babysitter al fratello minore mentre loro erano a teatro. Ricorda che lui non ne voleva sapere di dormire e urlava come un pazzo. Ricorda una telefonata che l’aveva sconvolta, ricorda di aver perso la testa, e poi più niente. Più niente fino agli occhi sbarrati del fratellino, senza più vita. C’è un abisso in quel vuoto di memoria, un abisso che parole come «arresto cardiaco» non riescono a colmare. Perché la verità è che lei non sa cosa ha fatto in quel vuoto. Ma sa che sarebbe stata capace di tutto… Solo adesso, dopo mesi di ospedale psichiatrico, di terapie, di psicologi, ha raggiunto faticosamente un equilibrio precario. Ha cambiato casa, scuola, città: si aggrappa alla speranza di una vita normale. Ma una notte vede in giardino un ragazzo terrorizzato che le chiede aiuto e poi scompare senza lasciare traccia. E quando, dopo qualche giorno, Dorothea scopre l’identità del ragazzo e viene a sapere che in realtà lui si sarebbe suicidato prima del loro incontro, le sembra di impazzire di nuovo. I fantasmi del passato si uniscono a quelli del presente precipitandola in un incubo atroce in cui non capisce di chi si può fidare, e in cui la sua peggiore nemica potrebbe rivelarsi propri lei stessa…

domenica 17 luglio 2016

Amori di carta: Jane Austen

La metà del mese di luglio non aveva dimenticato ad avvisarmi che stavo quasi per tralasciare l'appuntamento con la mia amata rubrica Amori di carta che, ancora con la testa in un mondo lontano anni luce, mi ritrovai nell'unico luogo in cui desidero sempre essere: nel magico mondo dei libri. Sembrava fosse stato realizzato una sorta di piano, montato una scenografia per girarci un film di cui sono stata protagonista.  Il film girato questo mese è stato girato forse un po' troppo frettolosamente, con una grande donna, nubile e orgogliosa che camminò inconsapevolmente lungo la riva dell'assurdo. In una domenica afosa ma nuvolosa, un nuovo mese, un nuovo autore - anzi, autrice - che, come Zafon, Murakami e Sparks, è un chiaro esempio di come sia ubriaca non solo di autori maschili ma anche femminili. E questo mese, la mia amata Jane Austen. Piccola ma grande donna, tranquilla signora nubile londinese, che ha avuto a diposizione nient'altro che carta e inchiostro. Una giovane autrice che fece delle sue opere un chiaro tentativo di difendere il senno e il ritegno per se stessa, rappresentandola in una sottilissima vena ironica.

giovedì 14 luglio 2016

Gocce d'inchiostro: Lasciami entrare - John Ajvide Lindqvist

Buon giovedì, amici lettori! Come state? Come procedono le vostre letture? Quello che mi sto lasciando alle spalle è stato un periodo alquanto statico, per quanto riguarda le mie letture. Lento e quasi agonizzante, che mi ha impedito di anticipare i tempi e concludere il romanzo di Lindqvist entro un certo limite di tempo.
Questa sera, però, con l'estate oramai in pieno fermento, desidero raccontarvi com'è cominciato il mio viaggio nella misteriosa cittadina di Blackeberg. Così, con un ondeggiare dei sensi. Sorridendo all'anima di questa storia, sognando qualcosa che in un certo senso non ho potuto vedere. Augurandovi una buona serata, vi lascio il mio pensiero riguardo a uno dei romanzi più acclamati nella narrativa contemporanea in cui prendere consapevolezza di vivere in una realtà cruda e iniqua è stato davvero imponibile. In cui anche la morte a cui si va incontro è crudele.

Titolo: Lasciami entrare
Autore: John Ajvie Linqvit
Casa editrice: Marsilio
Prezzo: 18,50 €
N° di pagine: 461
Trama: A Blackeberg, quartiere degradato alla periferia ovest di Stoccolma, il ritrovamento del cadavere completamente dissanguato di un ragazzo segna l'inizio di una lunga scia di morte. Sembrerebbe trattarsi di omicidi rituali, ma anche c'è anche chi pensa all'opera di un serial killer. Mentre nel quartiere si diffonde la paura, il dodicenne Oskar, affascinato dalle imprese dell'assassino, gioisce segretamente sperando che sia finalmente giunta l'ora della rivalsa nei confronti dei bulletti che ogni giorno lo tormentano a scuola. Ma non è l'unica novità nella sua vita, perché Oskar ha finalmente un'amica, una coetanea che si è appena trasferita nel quartiere. Presto i due ragazzini diventano più che semplici amici. Ma c'è qualcosa di strano in Eli, dal viso smunto, i capelli scuri e i grandi occhi. Emana uno strano odore, non ha mai freddo, se salta sembra volare e, soprattutto, esce di casa soltanto la notte... "Lasciami entrare" è una storia d'amore, vendetta e vampiri, un racconto sul dolore dell'infanzia e la forza dell'amicizia, dove sangue e orrore devono piegarsi alla potenza dell'amore e alla voglia di vivere.

domenica 10 luglio 2016

Danzando su carta 5°

E' terribilmente difficile restare impassibili alla visione di una stanza sommersa da un'infinità di romanzi, quando le possibilità che la loro aura lucente, che caratterizza l'anima di ogni storia, è troppo luminosa persino per noi stessi. Ogniqualvolta vado in libreria, per me è terribilmente difficile ignorare il brusio sommesso di qualche protagonista solo e disilluso, e che fra le pagine di un romanzo talvolta cercano la pace che hanno inseguito per tanti anni ma invano. Fra le pareti della loro casa, in una lunga discesa di emozioni ingannevoli, quando scopri che la sua anima coincide perfettamente con la tua. A distanza di qualche mese, nel frattempo si volge al termine la mia avventura con Oskar e la misteriosa Eli, un nuovo appuntamento con la mia amata rubrica Danzando su carta, che ha disvelato le tenebre e tutta la luce che è entrata, una finestra sul mio animo di lettrice. Una sagoma vibrante di luce che mi ha catapulta in una dimensione di bianco e nero. Nuvole che assomigliano a schiuma bianca che si frantuma sugli scogli.

martedì 5 luglio 2016

Gocce d'inchiostro: Tutto ciò che sappiamo dell'amore - Collen Hoover

Titolo: Tutto ciò che sappiamo dell'amore
Autore: Collen Hoover
Casa editrice: Rizzoli
Prezzo: 16 €
N° di pagine: 337
Trama: Lake arriva in Michigan dopo la morte del padre, rassegnata ad affrontare un nuovo, faticoso inizio. La risalita appare all'improvviso dolce grazie a Will, il vicino di casa, a sua volta costretto dalla vita a crescere in fretta. L'intesa è immediata, ma il primo giorno nella nuova scuola Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori - giovanissimo, ma dall'altra parte della barricata. Altrettanto impossibile allontanarsi, dimenticarsi, rinunciare: e così Lake e Will si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam - una gara di versi - per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine è qualcosa di molto semplice, di essenziale: tutto ciò che sappiamo dell'amore è che l'amore è tutto, come ha scritto Emily Dickinson a nome di tutti noi.

lunedì 4 luglio 2016

Romanzi su misura: Giugno

Buon inizio settimana, amici! Un altro mese è giunto al termine e, come tutte le altre volte, sapevo che quando sarebbe finito avrei avuto molto di cui parlare. L'indispensabile, il necessario, il tutto condensato in trenta giorni di appassionanti letture. In mezzo a caos cosmici, o disordini martellanti che annientano lo spirito, Romanzi su misura presenta un discreto numero di letture, che mi hanno accompagnata in questi primi giorni d'estate. Trascinata dalla corrente sinuosa del tempo, protagonista di strani eventi che lì, fra queste pagine, ha avuto l'effetto desiderato.
Un mese perfetto, un magnifico ed indimenticabile viaggio che non ha mai avuto fine perché continua oltre la carta. Un sole caldo e splendente che è sorto e tramontato all'orizzonte. L'inizio di una corsa di cui si conosce il principio, ma non la fine.

sabato 2 luglio 2016

Gocce d'inchiostro: Ricordati di perdonare - Rachel Van Dyken

Titolo: Ricordati di perdonare
Autore: Rachel Van Dyken
Casa editrice: Nord
Prezzo: 16,60 €
N° di pagine: 376
Trama: Ho cercato di rifarmi una vita. Sono fuggita nel cuore della notte dall'altra parte del paese, mi sono iscritta al college sotto falso nome. Per un po', ha funzionato. Sono diventata Lisa, l'allegra e vivace studentessa, sempre pronta a divertirsi. Eppure, ogni volta che qualcuno si avvicinava troppo a me, sentivo l'impulso di scappare di nuovo. Ogni volta che un ragazzo mi sfiorava, provavo solo una paura disperata. Perché non si può cambiare la propria anima. Non si può cancellare il passato. E gli errori che ho commesso mi tormentano come spiriti inquieti. Ma tutto è cambiato nell'instante in cui ho incontrato Trevor. Lui è completamente diverso dagli uomini che ho conosciuto. E' onesto, leale, buono. Ed è convinto che tutti meritino una seconda occasione. Vorrei potergli credere. Vorrei confidargli il mio segreto. Ma ho paura che così facendo trascinerei anche lui nel baratro...